Questa frase mi ha fatto partire le sinapsi in una botta sola! Effetto collaterale: Stupefacente! ūüôā

Stavo chiacchierando allegramente con il mio amico Francesco, nonch√© anche mio maestro di Yoga ed √® venuta fuori questa pillola di saggezza. Quando ho cominciato a studiare la PNL, mi hanno insegnato il Modellamento o modelling in inglese (che fa pi√Ļ figo). Si basa sulla presupposizione che se una o pi√Ļ persone ottengono un risultato efficace in un determinato ambito, anche tu puoi farlo e raggiungere gli stessi risultati. Puoi modellare cio√® replicare cosa fa e come fa, puoi farlo osservando il suo modo di parlare, la maniera di presentarsi, quello in cui crede, se vuoi puoi fare anche domande specifiche per estrarre la sua strategia. Se giochi a tennis puoi farlo con un tennista di Wimbledon oppure puoi modellare il tuo collega nonch√©¬†migliore venditore in Azienda o il tuo amico che suona la chitarra e canta da brividi oppure la tua amica che √® proprio una brava mamma.. Se ti sei informato/a come suggerivo nel mio ultimo post, avrai letto che alla base della PNL c’√® il modellamento; i due fondatori della Programmazione Neurolinguistica, Richard Bandler e John Grinder hanno studiato persone eccezionali come Fritz Perls, capostipite della terapia della Gestalt, Virginia Satir straordinaria psicoterapeuta familiare, Milton Erickson e altri, per modellare la loro eccellenza, giusto?! Hai fatto si con la testa, vero?

Lo scopo del modellamento √© quello di arrivare ad essere in grado di fare qualcosa bene quanto un esperto e di poter anche insegnare agli altri come fare. Lo trovo un modello utilissimo perch√© puoi risparmiare tempo e comunque puoi sempre scegliere cosa √® utile modellare e cosa no di una persona e magari tu perfezionarti sempre pi√Ļ.

Il mondo è pieno di persone abili da prendere a modello ed è anche vero che a volte ci preoccupiamo troppo di fare, fare e fare dimenticandoci di porre l’attenzione sul chi siamo, sulla nostra identità, sul nostro essere, sui valori e le convinzioni che ci definiscono e definiscono la nostra missione, il nostro scopo nella vita. Ed è proprio questo Essere che poi ci aiuta a fare le cose in maniera irrepetibile, unica e speciale. E allora smettiamo di pensare solo a cosa possiamo fare perché tanto sappiamo chi possiamo essere. Il resto verrà da sé.

Ti auguro un meraviglioso viaggio alla scoperta del tuo Essere!

Enrica


Commenti Facebook

    1 Response to "Non cosa puoi fare ma cosa puoi ESSERE"

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.