Mi affascina scoprire come l’uso di certi vocaboli, termini, verbi e aggettivi se ripetuti con costanza, influenzano il nostro umore, affermazioni come “ogni giorno è un regalo”, “abbandono le paure” o “mi amo e mi accetto” possono davvero cambiarti in meglio la giornata.
Lo stesso vale per le frasi negative, con effetto contrario però. Per questo, la famosa scrittrice statunitense e pioniera del pensiero positivo Louise Hay, è formidabile.
Mi piace usare frasi per motivare e a volte frasi taglienti lo ammetto, per scuotere e risvegliare risorse e capacità nascoste! Oltre a ciò mi interessa anche capire da dove derivano certe espressioni linguistiche, pensa che a Natale ho regalato a mio cugino un libro sui modi di dire.
Oggi al lavoro una collega ha esclamato che i bambini hanno l’argento addosso. E’ scattata subito in me la curiosità di sapere perché si dice così..insomma io l’ho trovato un regalo originale, speriamo che anche mio cugino l’abbia apprezzato.
Mi sono accorta che aggettivi che caratterizzano certi sapori di cibi rispecchiano tipologie di persone o determinati stati d’animo..
Ci hai mai fatto caso?? Ecco qualche esempio..“Quella lì è un peperino!”, “Mi ha baciato in modo cosi dolce”, “Perché fai l’acida stasera?”, “Mi è rimasta una sensazione di amaro in bocca”.

Sono convinta che il cibo influenza i pensieri e come e cosa mangiamo può avere degli effetti sul nostro modo di comportarci. Ciò che alimenta il corpo, la mente e il cuore attraverso l’alimentazione, l’acqua, l’aria, il modo di respirare, le relazioni che instauriamo con gli altri, crea tutto il nostro organismo e se ciò che costruisce il nostro corpo è povero di nutrienti, è inquinato o finto allora anche la mente e lo spirito ne risentiranno.
Per cui la magia non è solo nelle parole che usiamo, è anche nei cibi che consumiamo!
Conosco chef che incominciando a orientarsi verso una cucina vegetariana, hanno riscoperto una magia di forme, colori e di diversità di prodotti, per loro cucinare cibi naturali e sani è un’arte e sentono amore nel preparali per gli altri.
La medicina tradizionale cinese afferma che tutti gli alimenti hanno un preciso valore energetico in grado di darci salute e vitalità e hanno uno specifico colore, odore, sapore capace di cambiare la nostra energia individuale. Questo naturalmente dipende anche dall’età, dal periodo stagionale, dal sistema di coltivazione, dal metodo di cottura ecc..
Le sostanze nutritive presenti in alcuni alimenti come vitamine, minerali, aminoacidi essenziali, possono prevenire malattie o rinforzare la salute e il sistema immunitario.
Per esperienza posso affermare che da quando ho smesso di mangiare carne, pesce, latticini..la durata delle emozioni come rabbia, nervoso, aggressività è calata. Cioè mi arrabbio lo stesso ma questo tipo di energia che gira in me è molto più debole e soprattutto dura molto meno rispetto ad un tempo.
Chi sceglie un’alimentazione a base vegetale dichiara che si sente in pace e in armonia con il mondo, che riesce più spesso a provare sentimenti di pace, gratitudine e accettazione, ha più memoria e lucidità e ha una maggiore resistenza.
Questa scelta influenza quindi i comportamenti e le emozioni quotidiane.
Fino ad oggi non avevo mai capito il motivo della citazione del filosofo Ludwig Feuerbach: “Noi siamo quello che mangiamo”. Siamo cioè fatti da quello che mangiamo, dall’acqua che beviamo, dall’aria che respiriamo e anche dai pensieri che facciamo e che ci arrivano dall’esterno e dalla qualità e purezza di queste sostanze che assorbe il nostro corpo dipende il nostro benessere fisico, mentale, emozionale e spirituale. Di solito non prestiamo attenzione a ciò che ci capita sul piatto e poche volte ci fermiamo a riflettere che diventerà parte di noi.

Ti ringrazia mai il tuo corpo quando mangi qualcosa? Ehiii..ho detto corpo non la mente!
La mattina ho preso l’abitudine di mangiare subito a stomaco vuoto una frutta di stagione e ti assicuro che già dal primo morso sento un’esplosione di freschezza che si diffonde per tutto il corpo, che mi sveglia con vigore e mi sembra di ripulirmi.
Alcuni seminari di yoga prevedono di seguire un’alimentazione vegetariana durante il ritiro, perché secondo alcuni maestri mangiare carne ostacolerebbe la pratica della meditazione perché le energie negative che si assorbono quando si mangia la carne di animali spaventati sofferenti e crudelmente uccisi, potrebbero impedire di raggiungere l’equilibrio delle proprie energie con quelle dell’universo. Gli inquinanti, gli additivi e le tossine, oltre ad essere pericolosi per l’organismo, rendono il corpo impuro.

Io sono convinta anche che, chi è felice della propria scelta, sarà di buon umore, se sentiamo che una scelta ci appartiene e rispecchia ciò in cui crediamo allora sarà facile e anche divertente mantenerla. Ricordiamoci altresì che ogni nostra scelta, anche la più banale, ha delle conseguenze.
Al giorno d’oggi sono cambiate molte cose nella catena della filiera agroalimentare cioè nel percorso che compie un prodotto dalla terra alla tavola per quel che riguarda la coltivazione, produzione, trasformazione e distribuzione fino all’allevamento e macellazione di animali.
E’ nostra responsabilità renderci conto di quello che mangiamo e nello stesso tempo è importante che il rapporto con il cibo sia vissuto con serenità e gioia perché il cibo è collegato a tutto, al benessere, al lavoro, all’economia, alla salute, all’ambiente.
Voglio ispirarti, invitarti ad allargare la visione del mondo e farti capire quanto è bello provare, imparare, trasformare e cambiare.
E’ un viaggio meraviglioso!

Enrica

“Mai nulla di splendido è stato realizzato se non da chi ha osato credere che dentro di sé ci fosse qualcosa di più grande delle circostanze”
B. Barton


Commenti Facebook

    0 replies to "Il cibo è carburante!"

    • ilDragoParlante

      Che bell’articolo! Ben scritto! Chi l’ha provata (questa sensazione di pace e di calma) riconosce la veritá delle tue parole 🙂

      • dirna2010

        Ciao Serena, grazie per il tuo commento, sono sempre contenta quando ricevo questi tipi di feedback!
        Anche tu ti occupi di coaching?

        • ilDragoParlante

          Ciao cara, volentieri! No, io non do coaching (anche se li offrivo in Germania)…vivo in Ecuador ora 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.